Furto in casa di Diletta Leotta, rinviati a giudizio i presunti responsabili
Varie

Furto da 150mila euro a casa di Diletta Leotta, rinviati a giudizio i cinque presunti responsabili

Arrestati ad inizio aprile, l’accusa nei loro confronti è furto in abitazione: rubarono orologi, borse, gioielli e denaro in casa di Diletta Leotta

Emmanuele Sorrentino
21.06.2021 18:25

Sono stati rinviati a giudizio i cinque presunti ladri resisi responsabili del furto nell’abitazione di Diletta Leotta, compiuto il 6 giugno dello scorso anno. Il pm Francesca Crupi ha emesso un  decreto di citazione diretta a giudizio nei confronti di Shkelzen Kastrati, di 41 anni, Samuel Milenkovic, di 26, Luka Rajkovaca, 27 anni, Ramona Meisan, di 28 anni, e Cristian Hudorovich, di 24 anni.

Secondo la ricostruzione della Procura, il gruppo avrebbe ripulito l’appartamento di Diletta Leotta, sito in via Quadrio, zona Porta Nuova, mentre la donna era fuori a cena. Meisan e Hudorovich avrebbero assunto la funzione di ”palo”, a stretto contatto con gli altri tre, nella fattispecie Kastrati, Milenkovic e Rajkovaca. 

I ladri si sarebbero impossessati in particolare di orologi di valore, borse, gioielli e denaro contante per un controvalore di circa 150.000 euro. L’appartamento di Diletta Leotta d’altro canto era dotato di un impianto di videosorveglianza, che ha ripreso tutte le fasi del furto.

Per quali squadre tifano Zazzaroni, Diletta Leotta, Caressa e Ilaria D'amico? Fede calcistica dei giornalisti e telecronisti Rai, Sky e DAZN
Marani risponde a Van Basten: "De Ligt miglior difensore d'Europa, prima di discuterlo ci andrei cauto"